Chi siamo

Ci vuole coraggio e passione per dare un futuro alla cultura

Valori

IMAGO crede nella cultura come valore di tutti e che la cooperazione sia la forma d’impresa più innovativa e funzionale alla creazione di un nuovo modello di sviluppo sostenibile, in particolare nel settore dei beni comuni e del patrimonio diffuso.

Crede che partecipazione ed esperienza siano fondamentali per promuovere una fruizione ampia del patrimonio culturale e siano determinanti nei processi di inclusione sociale e che la rete sia lo strumento più appropriato per valorizzare, in forma integrata e partecipata, il patrimonio culturale su scala territoriale e che l’innovazione debba essere un principio ispiratore in ogni processo di sviluppo.

Crede nelle capacità delle persone che ne fanno parte ed è impegnata nel creare in modo responsabile valore aggiunto, sociale ed economico.

Mission

> migliorare qualità e varietà dei servizi di supporto alla fruizione culturale, sfruttando tutte le potenzialità di sviluppo derivanti dall’integrazione tra beni culturali e creatività, cultura e turismo, patrimonio e territorio; > realizzare iniziative innovative per avvicinare i diversi pubblici all’arte, anche avvalendosi delle migliori tecnologie, ed offrire percorsi ed esperienze personalizzate per linguaggi, tempi, modalità;

> sviluppare l’idea della comunicazione del patrimonio culturale come fattore di integrazione sociale tra le diverse componenti della comunità: famiglie, giovani, bambini, anziani, comunità immigrate;

> valorizzare il patrimonio diffuso, tangibile e intangibile, dei territori e la comunità di imprese locali attraverso piattaforme multicanali di promozione e gestione partecipata dell’offerta culturale territoriale;

> promuovere nuovi modelli di gestione di spazi e luoghi in sinergia con le istituzioni e i soggetti economici, al fine di creare circuiti di valorizzazione e salvaguardia del patrimonio culturale e paesaggistico.

 

Storia

IMAGO cooperativa sociale nasce nel novembre del 1995 costituita dai primi laureati nell'ambito della Facoltà di Beni Culturali dell'Università del Salento, e, dopo una serie di esperienze lavorative svolte in diversi settori di intervento dell’ampio spettro dei BB.CC, a partire dal 1998 indirizza i suoi interventi  in prevalenza al settore delle biblioteche, dei musei, e della promozione territoriale, fornendo servizi al pubblico, progettazione di interventi globali di recupero e fruizione di strutture rimaste chiuse per decenni o nuove.

Nell'aprile del 2005 la Regione Puglia interviene dopo tanti anni di assenza con un finanziamento “a pioggia” di circa 40.000.000 di euro per gli istituti culturali pugliesi, con l'obiettivo di costituire il “Sistema delle biblioteche”, il “Sistema degli archivi”, il “Sistema dei musei”. IMAGO diventa ben presto un punto di riferimento per molti enti, istituzioni private ed ecclesiastiche che decidono di partecipare al bando per l'assegnazione di risorse. Si solidifica e fortifica un altro settore dell'azienda: il project management. A questa fase appartengono sicuramente le sfide più impegnative, ma anche le più “desiderate”, IMAGO partecipa attivamente alla creazione e costituzione dei servizi dei primi sistemi culturali pugliesi, bibliotecari, archivistici e museali, dà avvio a numerosi progetti di condivisione dei patrimoni culturali con le banche dati nazionali del MIBACT, sperimenta i primi progetti di digitalizzazione e fruizione via web di fondi storici e peculiari del Salento; instaura nuove modalità di gestione dei servizi culturali mediante attività che riflettono il cambiamento radicale dal focus sui patrimoni alla centralità dell'utente, della comunità e dei suoi bisogni.

Un altro punto fondamentale riguarda la compagine societaria e il solido legame con l'Università del Salento, di cui forse IMAGO rappresenta il primo esempio, allora inconsapevole, di “spin-off”: i soci e gli operatori di IMAGO per la maggior parte provengono dalla facoltà di Beni Culturali o da altre facoltà umanistiche dell'Università del Salento. Sin dalla sua costituzione l'azienda ha collaborato alla stesura e realizzazione di numerosi progetti in partenariato con la stessa Università, in particolare con le Presidenze delle facoltà umanistiche e con i relativi Dipartimenti.